Università: il test di ammissione

Università: il test di ammissione

Se hai deciso di iscriverti all’università ma ti senti spaesato, se le tue idee sono confuse, termini come “accesso programmato” o “numero chiuso” non fanno altro che aumentare il tuo senso di smarrimento.
Entrambi i termini segnalano la necessità di superare un test d’ingresso prima dell’immatricolazione.
L’espressione “numero chiuso” viene utilizzata per indicare quei corsi di laurea per i quali c’è un numero definito di posti disponibili, che viene stabilito dalla singola università. Per questo motivo, i test di ingresso ai corsi a numero chiuso sono molto spesso locali, cioè organizzati dai singoli atenei (test di Ingegneria, Psicologia, Economia).

Si parla invece di “accesso programmato nazionale” quando ci si riferisce a indirizzi di studio per i quali il numero di posti disponibili, la data del test e il numero di domande vengono comunicati a livello nazionale; pensiamo per esempio al test di Medicina, di Veterinaria o Architettura.

La competizione è forte! Nella maggior parte dei casi i posti disponibili sono davvero pochi rispetto ai candidati che si presentano. Come fare quindi a “sbaragliare la concorrenza”?

Allenati moltissimo con le simulazioni dei test precedenti. Oltre ai vari test online, le varie case editrici offrono testi specifici per la preparazione ai vari test. Il libro non può mai mancare!

Arriva al fatidico giorno convinto di essere pronto e di sapere tutto, senza paura! Secondo la dottoressa Zanardi “sapere di sapere è il miglior stato d’animo per affrontare con alte probabilità di successo il test”

Ma soprattutto, preparati per tempo! Non aspettare l’ultimo momento per prepararti, altrimenti non riuscirai ad essere pronto al 100%. Potresti perdere la tua occasione e pentirtene in seguito. Ci sono poi alcuni atenei che danno la possibilità di provare più volte il test nel corso dell’anno. Approfittane!

L’ultimo consiglio: nel caso in cui non riuscissi a superare il test, non abbatterti. Non accontentarti cercando la via più facile. È sbagliato pensare “Beh, cercherò una facoltà senza test, almeno sono sicuro di entrare”. È la tua vita, e il tuo futuro lo decidi proprio in quel momento! Se è davvero quello che vuoi fare, riprovaci l’anno dopo, e non perdere le speranze.